Preghiera in gennaio

Dunque.
Questo intervento NON è carino. No. E’ cinico, arrabbiato, cattivo e voi davvero non avete voglia di leggerlo.
Sciò.
Via.
Lo dico per voi.

Se siete ancora qui, io vi ho avvertito.
Dunque. Ho esitato parecchio a scriverlo perché è un tema parecchio delicato e che rischia di essere sepolto dalle polemiche.
Quindi, prima di tutto un avvertimento, o meglio un punto di partenza, un assioma, un a priori. Qualcosa che voglio sia chiaro.
Se non condividete questo potete anche andarvene, non ho niente da spartire con voi.

Assioma.
Il lavoro è una delle molteplici forme in cui si realizza la dignità dell’uomo. Per cui nessuno -nessuno- dovrebbe -no, deve- mai trovarsi nella situazione di dover licenziare i suoi operai, dire a sua moglie che non porterà a casa la busta paga del mese, ammettere con i suoi genitori che no, nemmeno stavolta è sicuro di essere assunto.
Mai. Nessuno.

Assioma secondo.
Ogni tragedia deve essere trattata con il massimo rispetto; soprattutto se la tragedia è -come in questo caso- la morte suicida a causa del lavoro.
Il suicidio per licenziamento, per perdita di lavoro, per mancanza di esso, è una delle cose più terribili e spaventose del mondo. Quindi, niente polemiche.

Detto ciò, occhio che inizia la parte peggiore.

Io per favore vi imploro, vi prego, vi supplico BASTA.
Basta.
Basta.
Basta dire ‘Monti ce li ha sulla coscienza’.

EHI?!
Avete solo la MINIMA idea di quello che vuol dire accusare un uomo di averne condotto al suicidio un altro?!

Che siamo in una situazione di merda è vero.
Che stiamo attraversando una delle peggiori crisi economiche è vero.
Che ci sono migliaia di famiglie che implorano aiuto è vero.
Che questo governo stia davvero esagerando con tasse, balzelli e imposte è vero.

Ma non è colpa di Monti.

Nessun uomo può essere accusato -LUI SOLO- di quello che sta accadendo.
NESSUNO.

Per favore. Smettetela di dire ‘lui non sa cosa vuol dire, lui non capisce, lui non ha pietà per i morti, lui ce li ha sulla coscienza.’
Smettetela.
Perché è falso.

E non solo è falso, ma peggiora la situazione.
Nessuno deve permettersi di accusare se poi non vuole muovere un dito.
Nessuno ha la verità in tasca.

E nessuno di voi, che pure avete puntato il dito, ha mai detto ‘se fossi al posto suo avrei sistemato io le cose.’
Perché non avreste potuto.

Ultima cosa.
Ho sentito anche dire che Monti pensa prima all’Europa e alla nostra faccia(ta) che ai problemi del Paese.

Just a word: se non fossimo nell’U.E. saremmo ai livelli dei Burundi. Ad andar bene.
Quindi basta.

Per favore.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Preghiera in gennaio

  1. Liutprando dixit ha detto:

    Devo essere del tutto sincera. Monti non ha sulla coscienza queste morti, e non mi sognerei mai di accusare qualcuno di aver indotto al suicidio qualcun altro – lui solo – perché nella rosa infinita di responsabilità Monti è la punta dell’iceberg, a dire il meno.
    Ma io non condivido il suo operato, debbo dirlo.
    Monti sta facendo solo la metà di quello che doveva fare, e ha scelto la metà sbagliata per cominciare. Siamo d’accordo: metà è meglio niente; siamo d’accordo: è il Paradiso rispetto al governo precedente; siamo d’accordo: è la prima forma di concretezza che questo Stato vede forse da quando è nato; siamo d’accordo: meglio questo che il baratro.
    Ma Monti non sta facendo un buon lavoro – solo, sta facendo un lavoro infinitamente migliore di quelli che sono venuti prima di lui. L’operato dei suoi predecessori si valuta in negativo, quindi anche un pessimo lavoro può essere un lavoro infinitamente migliore di quelli che sono venuti prima di lui.
    Monti mi ha deluso, ho accolto la sua salita con tutta la speranza di chi si vede finalmente levato dalle palle il Nemico. Non tornerei indietro, mai, e potendo tra il buon Silvio e il buon Mario, mi appoliperei su Mario senza pensarci due volte nuovamente. Ma se è meglio degli altri, comunque è in basso come tutti gli altri, soltanto più pragmatico (e non mi pare poco, in ogni caso).

    In buona sostanza, sì, condivido quello che hai scritto parola per parola, ma dovevo aggiungere questa obiezione, per onestà intellettuale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...