Master, niuz e primavera sonnacchiosa…

…che dovrebbe giustificare, se non altro, la mia nullafacenza. E invece no. Pace.
Dunque.

1. Master. Che non è un master. E’ un angolo di paradiso.
A volte si dice che ‘le parole non possono esprimere…’; possono, possono. E’ che io non sono brava abbastanza per farvi capire la splendosità di quella settimana astigiana. Gente bellissima, professori preparatissimi e disponibili e soprattutto la possibilità di sedersi ad un tavolo e parlare. Senza urlare, senza parlarsi sopra, senza volere avere dogmaticamente ragione. E soprattutto il meglio dell’American Style, con cene (e vino, vino everywhere: credo di aver bevuto per una vita intera) dove il Professore si siede tra gli studenti e non a distanza di sicurezza, dove si può parlare di tutto, dalla bioetica al Cesena Calcio.
Per cui, hail for Maurizio Viroli, il nostro direttore, l’associazione Ethica e chiunque abbia reso possibile questo master.
Al di là di ogni vuota retorica, mi sono accorta che è questo è il mondo che voglio realizzare. Un mondo in cui non importa a nessuno la posizione che occupi, che tu sia bidello o professore non importa, importa quanto dai agli altri e quanto condividi; importa quello che dici e come lo dici, importa che tu, prima di parlare, sia disposto ad ascoltare.
Ed è anche un mondo in cui si può cambiare idea. Ad esempio, io ho fatto amicizia con Beppino Englaro. E’ stata una cosa abbastanza buffa e dai risvolti anche imbarazzanti, visto che, a me, Beppino Englaro non è mai piaciuto. Mi è sempre sembrato dogmatico, arrogante, supponente, al di là poi delle scelte che uno può condividere o meno. Quindi, non ero particolarmente esaltata da questa sua testimonianza; i miei compagni, invece, non vedevano l’ora.
Vero le 16:30 io e Marilù, compagna napoletana, aspettiamo nella hall un altro compagno prima di andare insieme in università. Quando ci raggiunge, facciamo per uscire e dalle scale arriva questo ometto che si guarda in giro con aria smarrita, cercando il Professor Viroli che, a quanto pare, è ancora in camera sua. Al che Beppino si gira verso di noi e ci chiede: ‘Siete alunni del master?’ Noi annuiamo e lui dice, rivolto alla signorina della hall: ‘Ah bene! Allora signorina dica al professore che vado con loro!’. Noi accompagniamo Beppino in università e lui ne approfitta per cicalare del più e del meno su quello che abbiamo già fatto al master e sul nostro percorso di studi.
Arrivati in università, Viroli introduce Beppino e poi gli cede la parola.
Dopo l’intervento e le domande (l’unica critica era di…? Esatto, avete indovinato. Ma Viroli si è complimentato per la mia capacità critica… a parte il fatto che il povero Englaro non ha capito dove volevo andare a parare e ho dovuto ripetere la domanda tre volte… ma va beh) Viroli guarda l’orologio e dice: ‘Bene! Sono le 19:30, ci vediamo al ristorante alle 20:30!’
Agne, dall’alto della sua ingenuità, pensa: ‘Oooh, bene, così vado in hotel, poi guardo la posta e poi vado al ristorante’. Faccio per mettere un piede fuori dalla porta, ma sento Viroli che mi agguanta per la giacca e intima: ‘Agnese! Porti Englaro a prendere un aperitivo! Vada con…’ e recupera il presidente di Ethica e altri miei compagni. E va beh. La cosa divertente, per certi versi, è che oramai Beppino mi aveva preso in simpatia, per cui mi teneva d’occhio e controllava che fossi a portata di mano ^_^ il che era pure imbarazzante, perché alla fine l’unica che non era entusiasta dell’arrivo di Englaro ero io…
Beh, non si può dire che il master non abbia tra le parole chiave open-minded!
Comunque sia (poi la smetto di ciangottare col master), ho pure Sheldon Cooper, tra i tutors XD Giuro. C’è un ragazzo uguale a Jim Parson. Il primo giorno (giusto per rendere manifesta la mia sanità mentale) io e Marilù gli abbiamo fatto bussare alla porta (‘fai finta di bussare e dì un nome’). Lui ci ha guardato con aria inquieta e, bussando, ha detto: ‘Ehm…. Luca?’.
Nah. Bocciato.

2. L’università. Aha. Nel senso che dovrei studiare per la tesi, magari. E pure per gli esami, dato che me ne mancano sempre due (ho rinunciato a dare chimica, btw: ho fatto l’esame e ho preso 12 XD). Ce la posso fare. Ma non è che il sole aiuti.

3. Domenica torna papà / Yei!! 😀

4. Sabato prossimo cambio pettinatura. Quindi ricordatemi per quello che sono perché non so cosa ne verrà fuori. Il tentativo è il riccio. Sì, riccio.

Non guardatemi così, per favore. Ci hanno già pensato le parrucchiere.

5. Il 14 aprile si sposano Gianni e Noe *_* e farò il mio primo debutto con il violino *_*
Quella santa donna della mia maestra mi ha riscritto la partitura così adesso non sembra più una nenia da funerale.

Mode: happy&sleepy

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...