E com’è duro calle…

Beeeeeeeeene, mi sono trattenuta finora, giuro.
Ho pensato ‘Via, via, falli parlare, non commentare, fai la brava, niente cattiverie…’, ma poi uno sbotta.

Dunque.
Il tema del giorno sono le lacrime di Elsa Fornero.

Appena l’ho vista ho pensato ‘BOM, qui si scatena l’inferno’. E difatti. Tutto un amabile tripudio di ‘cazzo ti piangi’.

Ora, anche basta.
As far as Mrs Fornero is concerned, datele fiato. E’ un essere umano anche lei, vi rendo partecipi di questa cosa perché capisco che qualche info posso sfuggire.

As far as il governo Monti is concerned, invece, smettiamola di dargli contro così, ad cazzum.
Secondo voi, siamo finiti nella merdosa situazione in cui ci troviamo adesso per colpa di Monti? No, ecco.
Poi. Massaie all’ascolto, una macchia tenace sulla tovaglia bianca si toglie con un lavaggio con Bifidus activus ultapotens iperalbus? No, checché ne dica la pubblicità.
Si toglie con l’olio di gomito. Che sia una stancata, un lavoro palloso, una fatica immane e che ne vorremmo tutti fare a meno, siamo d’accordo. Peccato che non ne possiamo fare a meno, se vogliamo togliere quella cazzo di macchia dalla tovaglia.

Ergo, ci fidiamo di Monti per un minuto solo?
No, perché qui siamo alla follia, ve lo dico.
Non so, del tipo: ‘E’ andato dal barbiere’. SCANDALO! ABOMINIO! RAPIIIINA!
Anche no.
Anche perché il diabolico Monti sapete che fa? Rinuncia al suo stipendio. Sì, lavora aggratis. Ora urlate al complotto, per favore.

Quindi, prendete fiato, fate la vostra parte se l’avete fatta fino adesso, fate la vostra parte se non l’avete fatta, andate al diavolo se non volete farla.
Però  piantiamola di dare la colpa a Monti.
Perché è esattamente come dare un calcio al cagnolino che ci accoglie a casa il giorno in cui siamo incazzati con padrone.
Nè più nè meno.

Quindi leggetevi questa e state sereni.
E zitti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...