Ho finito inchiostro, parole e opinioni. E anche la speranza non sta messa bene.

Premessa: questo intervento non vuole giudicare nessuno. Siamo in una situazione orrenda, è in ballo la vita di una persona e la Costituzione di un Paese. Quel che resta, almeno. Quindi: io dico quello che penso senza nessuna pretesa di oggettività e/o universalità. Se a qualcuno interessa sapere la mia opinione sul caso Eluana, bene. Altrimenti, non leggete oltre. Io ve l’ho detto.
 
Allora.
Punto primo: Eluana è viva. Oh, abbiamo ascoltato tante parole, ma purtroppo a chi sostiene che Eluana è morta 17 anni fa (come quel farabutto del capo dell’equipe medica che ucciderà Eluana) l’evidenza mette davanti al naso la verità: Eluana respira, deglutisce, si sveglia al mattino, si addormenta la sera, apre gli occhi. Uno può dire "sì ma che vita è?!", ma qui non si sta parlando di CHE vita, ma SE è vita. E lo è.
 
Punto secondo: non accettiamo il punto primo e diciamo che Eluana è morta (come sostiene sempre il farabutto di cui sopra). Bene: che bisogno c’è allora di accompagnarla alla morte se c’è già arrivata per conto suo? Non sto facendo la sofista, è ragionamento chiaro e preciso su premesse accettate, lo vedete bene tutti.
 
Punto terzo: sulla testa di Eluana (prendendo Eluana come pretesto, temo, e non come centro d’attenzione e di cura) pendono sentenze divergenti e confusionarie. Il padre di Eluana (che non valuterò moramente perchè non ne ho bisogno) ha seguito tutti i gradi di guidizio, quindi per legge è autorizzato a procedere. Appena la Corte ha stabilito ciò, il Buongoverno fece spalucce e pensò: "Ma tanto non lo fa". S’è visto: Beppino Englaro, forte delle sue ragioni (create d’accordo su un vuoto di legge, ma approvate da un giudice), appena si è visto negare i suoi progetti è corso ai ripari. Ora a Udine ha trovato il modo di attuare la sua decisione. Panico.
Se ammazzano davvero Eluana bisognerà correre ai ripari, no? Allora sempre il Buongoverno presenta a Napolitano un decreto (con carattere d’urgenza… ci siamo svegliati un po’ tardi, eh?) che toglie a Englaro la possibilità di procedere. Napolitano, seguendo la Costituzione, non lo firma. Silvio non si fa spaventare e in DUE ORE mette insieme un disegno di legge che passa al Senato. Bim bum bam e il problema non c’è più. Caspita, che governo efficiente.
 
Conclusione: il Buongoverno va avanti imperterrito a distruggere la Costituzione. Napolitano, una volta tanto, tenta di salvarla. E Eluana, lassù a Udine, si vede diminuire alimentazione e idratazione.
 
Siamo in una situazione orrenda: O si salva Eluana O si salva la Costituzione. PERCHE’?! Perchè si è permesso di arrivare a questo punto? Perchè si è creato un vuoto di legge che ha imposto questo aut aut?
Non ho risposta a questa domanda. D’altra parte non sono un giurista, non sono un ministro, non sono un medico.
Sono solo una persona che sente il peso di questa storia e che vede uno Stato in cui nessuno può essere difeso, in cui nessuno ha le informazioni corrette, in cui si bada ai propri interessi piuttosto che al bene di tutto lo stato.
Stiamo dunque a vedere come il circolo vizioso di una Costituzione che tentando di salvare i propri cittadini e se stessa viene attaccata da ogni lato.
 
Io credo mi fermerò qui. Non so cosa dirò e se dirò qualcosa quando la questione si sarà risolta.
Non so nemmeno se sarò in grado di dire qualcosa.
Mi chiedevo se essendo giudici di noi stessi sbaglieremo. Mi sa tanto di sì.
 
Detto questo, taccio. Dopo aver espresso le proprie stanche e disillluse opinioni, non resta nient’altro da fare.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Ho finito inchiostro, parole e opinioni. E anche la speranza non sta messa bene.

  1. Lisa ha detto:

    Lasciamola andare via in pace, Agne. Che cattolica di sto cavolo sei se vuoi imprigionare una persona in un corpo del genere e non farla passare di là dove tu dovresti credere che c\’è una gioia immensa e una vita eterna? Nessun genitore vuole seppellire i propri figli, ma ancor meno vuole vederli in agonia perpetua. Ma dove cazzo sta la vostra (parlo dei "cattolici", tu sei qui la rappresentante) umanità? La uccideremo o le ridaremo vita? Questo è il vero problema. Hanno aspettato 17 anni e non c\’è un miglioramento, nulla. Potrebbe rimanere li 100 anni e suo padre andrà ogni mattina con la speranza di vederla sorridere di nuovo. Nessuno di noi può capire, né tanto meno giudicare, un padre così. Questa esperienza ci educa alla morte come grande compagna di vita, come momento di pace e di un gioioso arrivederci. Ma se non le dice la Chiesa, che parla di Dio come misericordioso e buono e giusto, chi deve dirle queste cose? COERENZA!

  2. Agnese ha detto:

    E chi giudica?! o_0 L\’ho scritto all\’inizio!E ho anche scritto che il fatto non è "CHE" vita è, ma SE è vita.Lisa, sicuramente Eluana starà meglio "di là". Ma non è un buon motivo per farla fuori. Poi guarda, io sarò anche cattiva e malfidata, ma questo Beppino Englaro proprio non mi piace. Mi starò sbagliando (lo SPERO!) ma non mi sembra così disperatamente addolorato. Ok, non ci sono vicina, ok non so come sta Eluana, ok non li conosco.Non sto giudicando nessuno. Sto dicendo solo che stanno uccidendo una persona. Poi, chissà, magari è anche giusto fare così. Io non penso.Tu sai come sta Eluana? No. Non lo sa nessuno, e questo, mi spiace, non lo sa nemmeno "papà" Beppino, nè il primario di Udine, nè i più grando neurologi, non lo sa NESSUNO, perchè NESSUNO ancora conosce abbastanza del cervello di un essere umano per poter dire "sente" o "non sente".Ok, dopo 17 anni c\’è QUASI la certezza che la situazione non evolverà.E tu quel QUASI lo butti via?Ormai c\’è QUASI la certezza che Eluana morirà a breve.Ma finchè dura quel QUASI io penserò a Eluana come una persona viva, come tutti gli altri… nessuno ci dice che Eluana non sente e non capisce. Possiamo dire che PROBABILMENTE è così, ma la scienza non si fonda sui se-ma-forse-probabile-quasi.La speranza sì, in entrambe le direzioni. Fammi sperare che Eluana possa risvegliarsi. Nessuno mi ha dimostrato che lo farà, nè che non lo farà. Nessuno. Scusa lo sfogo, ma io la penso così. Cattolico non vuol dire obbligare, disprezzare o condannare. Cattolico vuol dire amare la vita e comprendere, anche se NON CONDIVIDERE, le ragioni della famiglia Englaro.

  3. Elena ha detto:

    Ciao Agne.. Io non sono cattolica, quindi su alcune cose potrei aprire un dibattito, ma mi fa piacere che questa notizia abbia aperto un po\’ le nostre menti. Al contrario, come hai detto già nel tuo post, odio il fatto che ormai non si parli più di Eluana, perchè in realtà è diventato tutto un fatto politico. Eluana è solo il pretesto per modificare o meno leggi e Costituzione. Che schifo…Del resto, tu dici che "cattolico non vuol dire obbligare"… perchè sei tu, Agne, e so che hai tanto di buono nel cuore. Ma pensa ai vertici della Chiesa. Loro fanno di tutto per la vita, sì, ma imponendo quel che il Cattolicesimo pensa del concetto di vita. Non tutti sono cattolici, però…Per quanto riguarda il signor Englaro… io non dico se mi piace o meno. So solo che Eluana aveva espresso il desiderio di non essere alimentata in stato vegetativo… non so cosa significa per un padre vedere la figlia ridotta così per 17 anni. Quindi non mi pongo nè a favore nè contro.Ora che Eluana è morta, mi chiedo… passerà nel dimenticatoio come molti altri?O un po\’ di critica etica ci rimarrà?Grazie del post 🙂

  4. Agnese ha detto:

    Grazie del commento Rebel :)Spero che di questa storia rimarrà qualcosa.. almeno tante domande.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...