“Caro direttore,
quando tutta la stampa (Unità compresa), tutte le tv e persino alcuni protagonisti dicono la stessa cosa, e cioè che l’altroieri in Piazza Navona due comici (Beppe Grillo e Sabina Guzzanti) e un giornalista (il sottoscritto) avrebbero “insultato” e addirittura “vilipeso” il capo dello Stato italiano e quello vaticano, la prima reazione è inevitabile: mi sono perso qualcosa? Mi sono distratto e non ho sentito alcune cose – le più gravi – dette da Beppe, da Sabina e da me stesso?”

 

Vai tranquillo Marco, ti sei perso qualcosa sì, ma nulla di interessante.

Comunque devo dire qualche grazie.

 

Grazie a Sabina Guzzanti, tanto per cominciare. Io non la definirei satira, le sue parole in Piazza Navona. Le definirei stronzate.

Quindi grazie Sabina, per essere la vergogna della categoria femminile.

N.B.: non sto difendendo la Garfagna. Non ho proprio tirato in ballo la Garfagna. Per quanto mi riguarda, lei si regoli da sola. Anche perché non so se le accuse su di lei sono vere.

 

Grazie a Beppe Grillo, senza di te chi capirebbe che abbiamo un Morfeo come Presidente della Repubblica? Grazie del tono “affettuoso” (cito).

Grazie di fomentare l’ultima cosa di cui abbiamo bisogno, altra sfiducia nelle istituzioni.

 

Grazie a Antonio di Pietro: abbiamo una concezione diversa di “pagliuzza”, ma grazie di aver deciso da che parte stare. Tra Grillo e il PD, chi avrebbe scelto il secondo? Troppo noioso e troppo zuccone, si ostina a dialogare. Naaa, in effetti hai ragione.

 

Grazie a Marco Travaglio: mh, vediamo, facciamo un paio di conti… ero almeno in seconda liceo… forse in prima… no, in prima. Quindi sono… 4 anni, sì. 4 anni che ti ammiro, 4 anni sbattuti nel fango. Grazie di supportare gente pirla. Grazie perché sei una persona intelligente che all’improvviso ha deciso di deludere tutti.

Grazie davvero, Marco. D’altra parte, deludere in modo così becero una ventenne già abbastanza schifata dal panorama italiano non era nel tuo programma, vero? Succede. Dai, fa niente.

 

Adesso dico solo due cose.

La prima: il primo che commenta dicendo “che stronzate” o similia, magari presi dal repertorio della Guzzanti, verrà cancellato dal mio blog. Non perché voglia censurare. Perché non accetto commenti inconcludenti. E di volgarità ne ho sentite abbastanza.

La seconda: all’Italia, a questa Italia già sull’orlo del fascismo (ancora, dopo un’ottantina d’anni, bene o male. La storia non è assolutamente magistra.) non serve l’intolleranza di Grillo, la volgarità della Guzzanti, i picchi di pirlaggine di Travaglio, l’ingenuità di Veltroni, la disarmante stupidità di di Pietro, la assoluta scorrettezza di gran parte del governo, l’immensa, devastante, vomitevole berlusconaggine dilagante.

 

All’Italia che sta per morire un’altra volta sotto le leggi razziali e il coro di mille voci che non riescono a mettersi d’accordo servono altre cose.

Serve Travaglio nei tempi migliori. Quando dicevi le cose come stavano e non ti atteggiavi a giudice in terra del bene o del male (cito de Andrè). Quando ti ammiravo per come ti opponevi alle scorrettezze. Ma senza dire “Io ho ragione”. Dicevi “Io la penso così, le cose stanno così”. Fatti, non opinioni.

Serve l’intransigenza di di Pietro. Niente dialogo con chi vuole calpestare la Costituzione costata sangue di migliaia.

Serve l’educazione di Veltroni e Franceschini. Vediamo di dialogare, ma quando non si può più BASTA. Ostruzionismo, sempre quando serve. Ma senza insulti, portano via tempo, ascolti e intelligenza.

Serve un governo che ascolti Hobbes. Salus populi suprema lex est. Populi, non "altae caricae stati".

Serve l’onestà di una persona che se n’è andata tempo fa. Mi è rimasta nel cuore, mi manca tanto. Era un grande giornalista e anche tuo maestro, Travaglio. Enzo Biagi.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

5 risposte a

  1. matteo ha detto:

    Un piccolo appunto: non sono leggi razziali. E\’ un censimento. Altrimenti non mi sembra molto sensato parlare di diritti per persone che "non esistono" nello stato.
    "serve un governo che ascolti hobbes": appunto, se vogliono i loro diritti, si facciano censire.. i diritti naturali non esistono… 

  2. Lisa ha detto:

    Ma hai letto solo i giornali oppure hai sentito cos\’hanno detto?
    A me le vere volgarità sembrano queste….
    e brucerete tutti all\’inferno con i diavoli frocioni attivisti con i forconi! ahah!

  3. Agnese ha detto:

    Morbi: nooooo, niente leggi razziali, figurati. Allora perchè non schediamo gli albanesi, i marocchini, quelli di colore? Oppure schediamo i leghisti di razza ariana, gli unici degni di essere chiamati italiani?
     
    Lisi: ho sentito tutto quello che hanno detto: Marco si è salvato in corner ma anche lui poteva limitarsi (anche se io quando parlo di Berlusconi sono peggio), la Guzzanti… vabbè, mi auto censuro… Grillo come al solito… vabbè. per lo meno può evitare di urlare a quel modo. Si prenderà in infarto, prima o poi. Lo dico nel suo interesse.

  4. lorenzo ha detto:

    Agne, ti dico solo una parola: CALMA!!Non entro nel merito della storia, ma in generale: non farti prendere così tanto dal momento, ragiona e capirai che se da 4 anni ti piace una persona la stima per lei non viene meno in un giorno, nonostante tutti gli errori che possa aver fatto…E non siamo sull\’orlo del fascismo, ma semplicemente la maggioranza degli italiani ha scelto chi meglio rappresenta le sue paure (tante) e i suoi interessi (la roba e poco altro – non sarò volgare).Berlusconi non è solo la causa del male dell\’Italia: ne è anche l\’effetto. Non è lui che bisogna combattere per cambiare le cose in meglio.Mitica!

  5. Agnese ha detto:

    Lori io sono calmissima: solo non capisco come una persona intelligente come Marchino (^^) si accompagni a gente simile. Cioè, alla lunga stressa. E\’ uno dei pochi giornalisti seri, non può avere questa cadute di stile.
    Il guaio non è Berlusconi. Hai ragione anche te. E\’ l\’entourage attuale: Berlusconi non è immortale, ma sta già preparando tutti i suoi eredi, il primo Alfano, gli altri verranno di conseguenza.
     
    "A volte mi chiedo cosa stiamo aspettando".
     
    "…
     
    Che sia troppo tardi, Madame".
     
    [Lori, ma tu hai il mio indirizzo msn? Sennò, aggiungimi! agne-half@hotmail.it]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...