:(

Leggo la mail della Chicca e non capisco. Certo che Marco Travaglio ha detto che Schifani è colluso con organizzazioni mafiose, che novità. L’ha scritto a chiare lettere sul suo blog. Cos’è sta agitazione?

Poi leggo in giro su Internet. E leggo che si è alzato un gran polverone sulla puntata di ieri di chetempochefa. Tutti contro Travaglio, Fazio si dissocia, non sono cosa da fare, etc.

Poi penso: ma che diamine hanno? Io mi fido di Travaglio, se lo dice vuol dire che ha le prove. Che gente.

 

 

 

Poi c’è qualcuno che mi invita a ragionare.

A prescindere dal fatto che le cose siano vere o no, non è il modo di fare: non si accusa quando l’accusato non ha possibilità di replicare e soprattutto non si insulta nessuno all’interno di una trasmissione che ha sempre mantenuto toni cauti nel rispetto della verità, come chetempochefa.

 

Mi spiace.

Mi spiace perché questa volta chi fa la magra figura è Marco Travaglio, e non devo star qui a dire come l’ho sempre ammirato.

Mi spiace perché “al fondo di una parabola discendente c’è Schifani, dopo cosa verrà? La muffa, il lombrico” mi ha fatto ridere, e se lo avessero detto Schifani, Bondi, Berlusconi e consoci, mi avrebbe fatto vomitare.

Mi spiace perché ho dato il mio plauso incondizionato a Marco, senza pensare dove stesse parlando.

Mi spiace perché condivido le cose dette, ma a ben pensarci, né il modo né la situazione in cui sono state dette.

Mi spiace perché Fabio Fazio in ammirevole buona fede ha esordito dicendo “l’abbiamo invitato, ormai siamo alla fine del programma, cosa vuoi che succeda!”

Mi spiace perché Fabio ha dovuto dire “La trasmissione ‘Che tempo che fa’ ha sempre cercato di rispettare due principi. Il primo: consentire la totale libertà di espressione a tutti i propri ospiti, evidentemente anche quando non se ne condividono le opinioni, come ho esplicitamente sottolineato in diretta ieri sera a proposito di alcune affermazioni fatte da Marco Travaglio nel corso della puntata. Il secondo è quello di non offendere nessuno. Tanto più se assente e dunque impossibilitato a difendersi. L’offesa non mi appartiene. Quindi, quando ciò accade, non posso che scusarmi. A maggior ragione in questo caso per il rispetto che è dovuto alla istituzione che il Presidente Schifani rappresenta. E desidero ribadirgli che, se e quando lo riterrà opportuno, sarà il benvenuto a ‘Che tempo che fa’. Rispettare la doppia libertà, quella di chi c’è’ e quella di chi non c’è, è sempre stato e rimarrà l’obiettivo di questa trasmissione”.

Mi spiace davvero tanto.

 

http://www.voglioscendere.ilcannocchiale.it/

 

Edit: OH! Bravo Renato, così si fa: si querelano i cattivoni.

Ma io mi domando… cosa succederà se Travaglio vincerà la causa?

 

 

 

 

 

 

NIENTE succederà! Certo non lo diranno al tg… hanno anche ragione, dai, non sta bene che un presidente della Camera debba mostrare a tutti che ha amicizie mafiose!

 

Che tristezza Triste

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

2 risposte a :(

  1. Lisa ha detto:

    Agne, che delusione!!!
    Come puoi dissociarti in un momento in cui Travaglio sta tirando fuori davvero le palle?? Ha bisogno del nostro sostegno.
    Sai perché accade tutto questo? Perché non sappiamo più come funziona l\’informazione. Da quando in qua per dire un fatto c\’è bisogno di contraddittorio? Travaglio ha detto un fatto che sta girando da tantissimo tempo, l\’ha semplicemente riportato a galla. Ha invitato a prendere posizione, a dire se Abbate dice cazzate o se Schifani è davvero un mafioso… è una richiesta lecita!!!
    Travaglio è l\’unico che fa ancora informazione. E Fazio non poteva fare altro. Ma i fatti restano fatti.
    Se esistesse una vera informazioni oggi ci sarebbero polveroni perché abbiamo un presidente del Senato invischiato con la mafia, non perché un giornalista lo afferma con prove!!! Poor Italia…

  2. Agnese ha detto:

    🙂
    Sai che me lo aspettavo sto commento da te? E hai tutte le ragioni di questo mondo.
    Purtroppo però, Marchino nostro ha sbagliato NON a dire che Schifani ha amicizie mafiose, ma
    1. a non dimostrarlo (bastava aprire il libro, ce l\’aveva lì davanti)
    2. a insultare Schifani, anche se se lo merita ampiamente.
     
    Non ha detto cose false, non ha accusato tanto per fare, ma purtroppo così c\’è andato di mezzo anche Fazio e questa non è stata una manovra geniale da parte di Travaglio.
    Quindi, chapeau a Marco quando accusa con prove su libri e blog personali e privati, no quando si abbassa a insulti (per quanto condivisibili) in mancanza di prove (che così era, sebbene le prove le si poteva far apparire in meno di 2 secondi).
     
    Non per questo lo si deve divinizzare (ha sbagliato e capita anche a lui, siccome è un uomo) e non lo si deve crocifiggere (poteva sbagliare, non per questo sbaglierà sempre o è un completo fallito).
     
    Solidarietà a Marco, quando se la merita. E domani al teatro dal Verme ci sarò anch\’io 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...