MauRo CoRoNa

Oggi vi racconto di un uomo troppo in gamba…
Mauro Corona, 56 anni, vive a Erto, uno dei paesini proprio davanti al monte Toc (vi ricordate la tragedia del Vajont? Ecco, Mauro allora aveva 13 anni e fu costretto a sloggiare da Erto… non per molto, perchè gli ertani, gente dura, hanno rimesso a posto i disastri dell’incoscienza umana…).
 
"Al’è mat", dicono i vecchi
"Al’è forte", dicono i giovani
Per par condicio, io, che ho avuto la fortuna di incontrare Mauro durante una vacanza coi miei genitori proprio da quelle parti (Erto è in provincia di Pordenone, per un soffio dentro il confine del Friuli), dico che è tutte e due le cose.
Mauro (non volermene!!!) è decisamente matto, o perlomeno incredibilmente schietto: andatelo a trovare quando non ha voglia di vedere gente e non si farà scrupolo di dirvi "Fuori dai piedi".
Mauro è decisamente forte: fa di tutto (è scrittore, alpinista, scultore) ed è veramente in gamba.
 
Non voglio annoiarvi più di tanto con il racconto della sua vita, per cui lascio che sia lui a raccontarsi. Quindi vi consiglio di leggere:
 
1. "Corona" e "Mauro Corona -la montagna come la vita-" di Paolo Cossi, 26enne di Cimolais, in Valcellina; Paolo è un fumettista veramente in gamba che in questi due libri vi presenterà Mauro…
2. "Gocce di resina", di Mauro; piccoli racconti di vita vissuta. "
3. "Le voci del bosco": ogni albero parla: basta sedersi accanto a lu, avere pazienza e inizierà a raccontare…
4. qui più che leggere è guardare… andate al sito www.dispersoneiboschi.it e guardatelo un po’.
 
Io vi racconto solo un’ultima cosa, ovvero quando passando per Erto siamo passati a trovarlo.
Ovviamente era al bar a bersi qualche bicchiere di vino (in effetti è una delle cose per cui Mauro è famoso… lui stesso dice "Di fame non muoio: soldi per un bicchiere di vino li trovo sempre"). così ci avviciniamo a Mauro e gli chiediamo un autografo. Mia mamma si avvicina a un cm dal foglio (curiosa com’è) cominciando a chiaccherare e Mauro comincia a brontolare, dicendo "Vicino voglio solo i bambini", e dicendo così avvicina un bambino che era lì con altri turisti e fa cenno a me di avvicinarsi. Al che gli chiedo "Ah, io sarei una bambina?" Lui mi squadra e con la mano fa cenno "più o meno" sorridendo sotto i baffi.
Intanto finisce di scrivermi la dedica e mi disegna una civetta (simbolo della Valcellina) colorandola col vino. Mia mamma, che non riesce a star zitta un attimo, dice "Ma guarda che pasticcio stai facendo!!!". Al che Mauro si arrabbia e dice "Ma vuoi stare un po’ zitta? ho già una moglie che mi dice cosa fare!" poi si gira verso mio papà e dice "E’ tua moglie?!? che pazienza devi avere, povero!". Mio papà, che capisce che Mauro sta scherzando, risponde "Già! mi sono venuti i capelli bianchi, vedi?"
Ridendo e scherzando, papi offre un bicchiere di vino a Mauro e ce ne andiamo, con mia mamma che brontola "è matto quello lì! che antipatico!" e mio papà che dice "Invece è un grande! Sei tu che parli troppo!"
 
Grande Mauro!!!!!
 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...